Dop, Igp e produzioni di qualità

Panzanella, Panzanёla

Forlì-Cesena

Territorio di produzione

Provincia di Forlì-Cesena.

Descrizione sintetica del prodotto

Pane raffermo, cipolla, pomodoro, erbe odorose.

Come si fa

Mettete a bagno il pane ricoprendolo di acqua fredda; dopo circa un’ora è molle al punto giusto; da strizzare e mettete in una ciotola (o terrina) ampia, adatta alle insalate.

Aggiungete la polpa dei pomodori infranta con le dita o tagliata a dadini (se preferite), poi la cipolla affettata; condite con buon olio, aceto forte, sale e pepe; spolverizzatevi sopra salvastrella tritata, mescolate con cura e lasciate riposare un attimo. Servite la panzanella freschissima.

Curiosità

"La panzanella la nn’è bona, la nn’è bela, s’u n’gn’è la zvola e la pimpinella".

Referenze bibliografiche

Ercolani, Vocabolario romagnolo – italiano, italiano – romagnolo, Ravenna, Edizioni del Girasole, 2002 (prima edizione 1971);

Vittorio Tonelli, A Tavola con il contadino romagnolo, 1986 Grafiche Galeati;

Alessandro Molinari Pradelli, La Cucina della Romagna in cento ricette tradizionali, 1998 Newton & Compton editori s.r.l..

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/02/18 15:46:23 GMT+1 ultima modifica 2020-02-18T15:46:23+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?