Dop, Igp e produzioni di qualità

Stricchetti, strichetti, farfalline, farfallette, fiocchetti, scrichét, fiuchét

Forlì-Cesena

Territorio di produzione

Province della Romagna.

Descrizione sintetica del prodotto

Pasta fatta di farina e uova.

Come si fa

Per fare gli stricchetti, la sfoglia tirata di media grossezza porta incorporato parmigiano e noce moscata e si ritaglia a strisce larghe come le pappardelle che vengono poi tagliate in rettangoli di circa 5-6 centimetri. Un rapido gesto a tenaglia del pollice e indice ed ecco trasformati i rettangoli in tanti vaghi nastrini che verranno poi serviti ottimamente in brodo oppure asciutti, specialmente con ragù e piselli.

Referenze bibliografiche

Contoli, Guida alla veritiera cucina romagnola, Officine Grafiche Calderini, 1972;

Giovanni Manzoni, Così si mangiava in Romagna, Walberti Edizioni 1977;

Vittorio Tonelli, A Tavola con il contadino romagnolo,Grafiche Galeati, 1986;

Quondamatteo, Grande dizionario (e ricettario) gastronomico romagnolo, Imola, Grafiche Galeati, 1978.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/02/17 16:21:41 GMT+1 ultima modifica 2020-02-17T16:21:41+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?