Dop, Igp e produzioni di qualità

Baccalà in gratella, baccalà sulla gratella, baccalà alla graticola; baccalà alla griglia, bacalà a rost

Forlì-Cesena

Territorio di produzione

Intera provincia di Forlì-Cesena

Descrizione sintetica del prodotto

Baccalà, olio, rosmarino.

Come si fa

Anche qui le varianti sono varie, tra le più semplici si riporta la ricetta:

Si tiene il baccalà a bagno per 3-4 giorni, cambiando spesso l’acqua. Sgocciolarlo e condirlo con aglio e rosmarino tritati, metà olio, pepe e poco sale, poi cuocere per circa 20 minuti sulla griglia.

Prima di servire condirlo con il rimanente olio.

Un po' di storia

Di ritorno dalla fiera, si portava in casa il baccalà, una bella “stecca” da appendere in cucina e da ammollare, a pezzi, preferibilmente il venerdì. Ma, "parché u fess riuscita" e se ne mangiasse di meno, si teneva poco in acqua. Era messo anche ai ferri, da cui usciva assetato di olio, nel profumo dell’aglio tritato….

Referenze bibliografiche

Mario Tabanelli, Romagna in Cucina, luglio 1988 – Magalini Editrice;

Giovanni Manzoni, Così si mangiava in Romagna, Walberti Edizioni 1977;

Vittorio Tonelli, A Tavola con il contadino romagnolo, 1986 Grafiche Galeati;

G. Quondamatteo, Grande dizionario (e ricettario) gastronomico romagnolo, Imola, Grafiche Galeati, 1978.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/08/19 17:29:29 GMT+2 ultima modifica 2020-08-19T17:29:29+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?