Dop, Igp e produzioni di qualità

Baccalà in umido, Bacalà in ómid

Forlì-Cesena

Territorio di produzione

Intera provincia di Forlì-Cesena.

Descrizione sintetica del prodotto

Baccalà fritto e successivamente cotto in umido con aggiunta di pomodoro.

Come si fa

Il baccalà già ammollato e tagliatelo a pezzi viene passato appena nella farina e fritto in abbondante olio bollente. Scolato su fogli di carta assorbente e salato. Si fa soffriggere in un tegame piuttosto grande 2 spicchi d’aglio in ½ bicchiere d’olio: quando l’aglio comincerà a dorarsi aggiungere 500 g di pomodori freschi, spellati e privati dei semi e, dopo pochi minuti, i pezzi di baccalà. Salare e lasciare cuocere a fuoco basso per circa ¾ d’ora.. Ultimate con del prezzemolo tritato e 1 macinata di pepe. Volendo ottenere un piatto più leggero, anche se meno saporito, eliminate la frittura del baccalà e unitelo al pomodoro ancora crudo. 

Referenze bibliografiche

Fosca Martini, Romagna in bocca, 1977 Editrice “Il Vespro” Traduzione in romagnolo del Prof. Icilio Missiroli;

Vittorio Tonelli, A Tavola con il contadino romagnolo, 1986 Grafiche Galeati;

Quondamatteo, Grande dizionario (e ricettario) gastronomico romagnolo, Imola, Grafiche Galeati, 1978

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/08/19 17:40:27 GMT+2 ultima modifica 2020-08-19T17:40:27+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?