Dop, Igp e produzioni di qualità

Fegatelli di maiale, figadèt

Forlì-Cesena, Rimini

Territorio di produzione

Piatto comune alle province forlivesi e riminesi.

Descrizione sintetica del prodotto

Fegato di maiale tagliato a tocchetti, cotto e conservato in barattoli di vetro o terracotta, ricoperto di strutto.

Come si fa

Si taglia il fegato a tocchetti, che vengono cosparsi abbondantemente di sale e pepe e avvolti uno ad uno nella rete di maiale (che sarà stata preventivamente tenuta a bagno in acqua fredda per renderla più morbida) in modo da essere completamente ricoperti. Successivamente si preparano degli spiedini infilzando in un rametto di alloro i tocchetti di fegato alternandoli alle foglie di alloro.

La cottura si può effettuare alla brace o al forno. A cottura ultimata i fegatelli sono pronti per essere consumati, oppure essere conservati in barattoli di vetro o terracotta ricoperti completamente di strutto. In questo modo si conservano per tutto l'inverno.

Referenze bibliografiche

"Dizionario della Cucina Marchigiana - Ricette, vini, personaggi..." di Ugo

Bellesi, Ed. Il Resto del Carlino.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/08/20 16:31:12 GMT+1 ultima modifica 2020-08-20T16:31:12+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?