Programma di sviluppo rurale 2014-2020

Comitato di sorveglianza

Stato di attuazione e risultati raggiunti dal PSR a dicembre 2021

Si è tenuta il 24 giugno, in modalità on-line, la riunione del Comitato di Sorveglianza che ha coinvolto l'Autorità di gestione, la Commissione Europea, il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e il Partenariato regionale.

Tra i membri della Commissione europea, presente anche Filip Busz, capo dell'Unità Italia della Direzione generale agricoltura, che ha apprezzato lo stato di avanzamento positivo dell’Emilia-Romagna, fra i più elevati in Italia.

All'ordine del giorno lo stato di avanzamento del Programma, l’illustrazione dei punti salienti della Relazione Annuale di Attuazione (RAA) annualità 2021 (pdf753.88 KB), i risultati della valutazione e le anticipazioni della programmazione 2023-2027.

Il Psr a giugno mostra come l’86,31% della disponibilità del Programma è stata tradotta in 1,32 miliardi di euro di contributi concessi a 28.024 beneficiari, già pagati per 1,03 miliardi di euro.

Dalla RAA si evince come il 2021 sia stato un anno in cui le tappe si sono susseguite a ritmo serrato: in estate è stata approvata la versione 11.1 del Psr con una disponibilità di 408 milioni aggiuntivi, da lì la pubblicazione di 18 bandi, concessioni di 113,9 milioni per approvare nuove graduatorie o scorrerne di già approvate soddisfacendo fabbisogni emersi su temi strategici come la filiera, il dissesto idrogeologico e prolungando gli impegni per la biodiversità e il biologico.

Il 40% dei contributi del PSR è stato concesso a beneficio del territorio montano, per il 50% su tematiche ambientali.

Il Valutatore Indipendente Agriconsulting ha illustrato i risultati delle indagini condotte sui temi innovazione, giovani, agricoltura biologica, integrata e utilizzo di pesticidi e fitofarmaci, così come dettagliati nei rapporti di valutazione del 2020 e del 2021 e nell’aggiornamento del rapporto di valutazione intermedia 2014-2020.

Agricoltura biologica e utilizzo fitofarmaci: i risultati delle indagini mostrano gli effetti evidenti dell’agricoltura biologica nel ridurre i carichi lordi e netti (bilancio) di nutrienti potenzialmente inquinanti le acque e i rilevanti cali nell’utilizzo di prodotti ad elevata pericolosità.

Innovazione: l’analisi si è concentrata sull’attività dei GOI che lavorano sulla sostenibilità in agricoltura, evidenziando molti aspetti positivi sia in termini di partenariato che di coinvolgimento delle aziende agricole che continuano ad applicare l’innovazione con benefici economici e di qualità del prodotto.

Giovani: i risultati rilevati evidenziano il successo degli investimenti realizzati grazie al contributo del PSR e definiscono un quadro piuttosto positivo con aziende condotte da imprenditori sempre più preparati e con un’alta propensione all’investimento e alle innovazioni di matrice ambientale.

Per quanto riguarda la programmazione 2023-2027 sono state illustrate le principali novità per macro tema, le risorse previste e delle ipotesi di allocazione per obiettivo.

Nella sezione del sito dedicata al Comitato di sorveglianza, le presentazioni dell'incontro.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/06/27 10:00:00 GMT+2 ultima modifica 2022-07-07T09:15:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?