Programma di sviluppo rurale 2014-2020

Comunicazioni preliminari sviluppo rurale 2023-27

Adesioni ai bandi per interventi agroambientali e agricoltura biologica

Come noto, è in fase di approvazione il Piano strategico della PAC 2023-27 (PSP 2023-27) che dovrebbe avere luogo entro la seconda parte del mese di dicembre. Il PSP 2023-27 conterrà disposizioni nazionali - con alcune varianti regionali - in merito al finanziamento degli interventi agroambientali e per agricoltura biologica (ex Misure 10 e11) che verranno riportate all’interno degli specifici bandi con adesione prevista dal 1° gennaio 2023.

Il Complemento di programmazione per lo sviluppo rurale del Programma strategico della PAC 2023-2027 della Regione Emilia-Romagna, approvato con delibera assembleare n. 99 del 28 settembre 2022, comprende le scelte regionali che sono state proposte all’interno del PSP o come schede nazionali o come varianti regionali. Per questo Complemento è prevista l'approvazione di una versione consolidata successivamente all'approvazione del PSP.

Essendo state introdotte alcune modifiche rispetto alla precedente programmazione, importanti dal punto di vista delle condizioni di ammissibilità delle superfici, vengono di seguito riportate alcune informazioni di carattere preliminare - che dovranno essere confermate dalla versione finale del PSP - ma che si ritiene sia importante fare conoscere ai potenziali beneficiari anticipatamente, per consentire una più agevole adesione ai bandi che dovrebbero essere pubblicati all’inizio del mese di dicembre (anch’essi condizionati all'approvazione del PSP), con termini per la presentazione delle domande di sostegno previsti nei primi mesi del 2023.

In merito agli interventi a superfice a favore della agricoltura biologica (codificati come SRA29), per poter essere ammesse all’aiuto le superfici dovranno essere state notificate entro il 31/12/2022 (a differenza di quanto accaduto in passato, quando il termine per la notifica era il 30/1 del primo anno di adesione).

Per quanto riguarda gli interventi a superfice a favore della produzione integrata (codificati come SRA01), viene stabilito - ai fini della ammissibilità all’aiuto a superfice - l’obbligo di iscrizione al Sistema di Qualità Nazione Produzione Integrata (SQNPI) e quindi il pagamento di un Organismo di certificazione da parte della azienda. Tale iscrizione dovrà avere luogo probabilmente entro il 15/5/2023, prevedendo comunque il rispetto dei Disciplinari di produzione integrata a partire dal 1/1/2023. Nelle passate programmazioni non era richiesta alcuna iscrizione a sistemi di certificazione.

Dal punto di vista più generale del rispetto del periodo di impegno di 5 anni, per tutti gli interventi a superfice agro-clima-ambientali e per il biologico, a partire dal 2023 verrà applicata una tolleranza massima in riduzione della Superfice oggetto di impegno (SOI) del 20%, oltre la quale si determina la revoca della concessione ed il recupero delle annualità precedentemente pagate. All’interno di questa percentuale verranno conteggiate sia le riduzioni di SOI dovute a rinuncia volontaria, sia le riduzioni di SOI causate da non rinnovo dei contratti di affitto. Non vengono invece computate nel 20% le superfici perdute per cessione di proprietà. Si tratta di una modifica sostanziale rispetto all’applicazione dell’art.47 del Reg. 1305/2013 durante il PSR 2014-22 che equiparava il non rinnovo degli affitti alla perdita di proprietà per vendita senza applicare sanzioni in entrambi i casi. Ne consegue l'esigenza di possedere titoli di affitto che coprano interamente il periodo di impegno oppure la verosimile certezza del rinnovo dei contratti che scadono durante il periodo di impegno se l'incidenza delle superfici a rischio di mancato rinnovo superasse il 20% della SOI.

Si ricorda, inoltre, che la norma di condizionalità BCAA7 (rotazione delle colture) non si applica per l’intera programmazione 2023-27 alle superfici soggette agli impegni PSR per produzione biologica o integrata. Su tali superfici dovranno quindi essere rispettate le specifiche norme di rotazione/successione colturale previste dai rispettivi disciplinari.  La deroga prevista dal Reg. UE 1317/2022 sulla non applicazione della BCAA7 e BCAA8 nel 2023 non avrà quindi, alcun effetto sugli interventi PSR per produzione biologica e integrata.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/11/08 15:30:00 GMT+1 ultima modifica 2022-11-08T16:45:57+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?