Pesca e acquacoltura

European Maritime Days: a Ravenna l'edizione 2022

L'edizione 2022 della prestigiosa iniziativa della Commissione Europea si è svolta in Emilia-Romagna con il consueto caleidoscopio di iniziative, incontri, workshop, approfondimenti tematici su un possibile approccio blu all'economia costiera

EMD cosa sono?European maritime days a Ravenna

EMD è l'acronimo creato dalla Direzione Generale per gli Affari Marittimi e la Pesca della Commissione Europea nel 2018, e sta per European Maritime Day (Giornata Europea degli Affari marittimi), evento concepito per celebrare la Giornata Europea del Mare che è stata fissata il 20 maggio di ogni anno. 

Si tratta di un evento annuale della durata di due giorni, durante i quali la Comunità Marittima Europea si incontra per discutere e condividere idee e iniziative congiunte nei settori degli Affari marittimi e dell'Economia Blu sostenibile che sta al cuore delle regioni per il benessere e la prosperità delle comunità costiere. 

Ogni anno viene stabilito un tema-guida per l'evento. Quest'anno, gli EMD saranno "il luogo dove i leaders dei mari ed oceani si incontrano" (where Ocean Leaders Meet) per discutere assieme attorno a tre temi prioritari per il successo dell'Economia Blu: Ricerca, Energia, Sostenibilità.

L'intento è di offrire la possibilità di aggiornamento sulle tendenze dominanti della Blue Economy, partecipando ad una piattaforma di dialogo per trovare nuove soluzioni condivise ai problemi. 

Saranno presenti relatori di alto livello, che parteciperanno ad una Conferenza internazionale ed animeranno sessioni tematiche e workshop organizzati dagli stakeholders. Sarà possibile partecipare a pitch sessions ed organizzare incontri B2B con altri attori della Comunità Blu, composta da rappresentative delle imprese, delle organizzazioni di pescatori ed acquacoltori, da istituzioni pubbliche, Università ed ONG. 


L'edizione 2022 a Ravenna

IMG_20220520_113337.jpg

IMG_20220520_121621.jpg

IMG_20220520_113437.jpg


La Città di Ravenna è stata selezionata per ospitare l'edizione 2022 degli European Maritime Days, la prima in formato ibrido dopo la pandemia. 

Sulla scia dei successi delle precedenti edizioni, l'evento, previsto per il 19 e 20 maggio 2022, ha visto una nutrita partecipazione (750 persone soltanto come uditori in presenza, ma il formato ibrido ha permesso a moltissimi di assistere da remoto alle iniziative).

La Regione Emilia-Romagna figura tra i co-organizzatori dell'evento, assieme alla Commissione Europea, Direzione Generale MARE, alla Città di Ravenna, ed al Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibile. 

In parallelo al Porto di Ravenna le autorità hanno ospitato il Commissario europeo agli Affari marittimi, Ambiente e Mare Virginius Sinkevicius. 

Nella giornata del 20 maggio, poi, in parallelo con le altre iniziative il Pala DeAndré di Ravenna ha ospitato il primo Summit della Ocean Literacy, con una serie di sessioni tematiche tra cui quella organizzata dalla Regione Emilia-Romagna sull'approccio territoriale e locale alle politiche marittime integrate. 

Relatori: 

Nikos Therapos in rappresentanza della rete europea di pescatori Enaleia, promotrice di un nuovo approccio mediterraneo ai blue skills, che ha presentato interessanti buone pratiche per il coinvolgimento dei pescatori mediterranei nelle azioni di ripulitura dei mari dalle plastiche e microplastiche

Annalisa Zaccaroni dell'Università di Bologna, Campus di Cesenatico, che ha illustrato al pubblico le azioni del progetto europeo Lifeel, per la promozione di una maggiore consapevolezza dell'importanza per la biodiversità dell'Anguilla europea (Anguilla anguilla) nei bacini fluviali dove essa si riproduce; il progetto, che contribuisce anche a mitigare gli impatti della frammentazione dei corsi fluviali che impedisce la riproduzione delle anguille, è messo in atto da un partenariato tra i quali figura anche la nostra Regione

Dania Abdul Malak Direttrice del Centro Topico Europeo ETC - UMA dell'Università di Malaga, che ha spiegato l'importanza di lavorare con un approccio integrato al mantenimento della biodiversità e dello stretto rapporto tra un contesto ambientale in salute e la salute umana. Tra le molte iniziative e progetti in corso per valorizzare e promuovere l'approccio mediterraneo alla biodiversità ed all'integrazione delle politiche marittime per una economia blu più sostenibile, la Direttrice ha presentato la Mediterranean Biodiversity Protection Community (MPBC) che mette in rete ricercatori, istituzioni e stakeholders del Sud dell'Europa alla ricerca delle soluzioni integrate più adeguate per trovare nuovi equilibri di sostenibilità nelle zone costiere e marine del Mediterraneo. 

L'iniziativa ha offerto molti spunti di riflessione, aprendo nuove vie di collaborazione e fornendo nuove occasioni da non perdere. Appuntamento a novembre, per il #Mediterranean Day, dove si farà il punto delal situazione e verranno analizzati primi risultati delle collaborazioni avviate a Ravenna.

La Comunità Mediterranea si è messa in moto attorno ad un'idea di cambiamento culturale delle politiche marittime integrate!   


Per saperne di più

Seguite il sito dedicato della DG MARE della Commissione Europea e la pagina dedicata all'evento sul portale del Comune di Ravenna 

Qui un video di presentazione dell'iniziativa 

Qui la notizia su ravennatoday

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/03/14 11:51:00 GMT+2 ultima modifica 2022-05-21T10:04:18+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?