Ristrutturazione e riconversione vigneti - Campagna 2020-2021

Stato
Aperto
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Chi può fare domanda
  • Cittadini
  • Enti del Terzo settore
  • Grandi imprese
  • Micro imprese
  • PMI
Data di pubblicazione 08/04/2020
Scadenza termini partecipazione 15/07/2020 13:00
Chiusura procedimento 15/01/2021

Il bando rivolto alle imprese agricole emiliano-romagnole per la ristrutturazione e la riconversione di vigneti, adatti alla produzione di vini Doc e Igp, valorizzando i vini di qualità legati al territorio. Tra gli obiettivi quello di rafforzare l’identità delle produzioni e fare un altro passo avanti nell’operazione di rinnovo e modernizzazione delle vigne, oltre ad incentivare il ricorso alla meccanizzazione delle coltivazioni abbassando i costi di produzione delle aziende, spesso di piccole dimensioni, e aumentare la competitività sui mercati. Gli imprenditori agricoli singoli o associati, i conduttori di superfici vitate o chi possiede un’autorizzazione al reimpianto possono accedere al bando e fare richiesta di finanziamenti che mirano a dare risposte alle diverse realtà produttive del territorio, dalla collina alla pianura. Sono previsti diversi tipi di interventi: la riconversione varietale (cioè il reimpianto di una varietà di vite di maggior pregio enologico o commerciale o il sovrainnesto su impianti esistenti), la ristrutturazione (intesa come la ricollocazione del vigneto in una posizione più favorevole o il reimpianto con modifiche al tipo di allevamento), il passaggio a tecniche di gestione più efficaci, quali ad esempio l’introduzione di impianti irrigui o la modifica della forma di allevamento dei vigneti. Tutti gli interventi per i quali è richiesto il contributo possono iniziare solo in data successiva alla richiesta.

Il bando rispetto a quello della campagna 2019/2020, contiene le seguenti novità:
1. E' un bando biennale nel quale i richiedenti potranno scegliere da subito se terminare i lavori entro il 31 maggio dell'anno 2021 ottenendo il pagamento a saldo, oppure entro il 31 maggio 2022 richiedendo il pagamento anticipato;
2. Le risorse assegnate, pari a quelle dell'anno precedenti ovvero oltre 15,6 milioni di € sono subordinate all'approvazione da parte dell'Unione Europea della disponibilità finanziaria per l'annualità 2021 o del quadro finanziario pluriennale. A seguito dell'emergenza sanitaria in atto si ipotizza che la Unione Europea approverà il regolamento di transizione che dia copertura alle risorse finanziarie dell'annualità 2021 e stabilisca anche quelle dell'anno 2022.
3. I viticoltori che aderiscono al bando prevedendo di estirpare un vigneto preesistente dovranno iniziare le operazioni dopo il 15 settembre 2020 (come sempre anche se non richiedono a contributo le operazioni di estirpazioni e mancato reddito);
4. Ampliata la possibilità di subentro dei beneficiari a tutte le aziende che debbono garantire il ricambio generazionale in azienda di un giovane imprenditore agricolo che si sia insediato per la prima volta in agricoltura (oltre al caso del decesso già previsto in precedenza).
5. Per semplificarne l'attuazione è stato:
a. eliminata la scadenza prevista per la presentazione delle domande di autorizzazione al reimpianto da estirpo (quella che nel bando 2019/2020 fissava al 10 marzo 2020 la scadenza);
b. eliminata la leggera differenza di contributo prevista per i vigneti realizzati con forme di allevamento come la Guyot e la Silvoz, diffuse in ambito regionale;
c. eliminata la possibilità di richiedere l'impianto irriguo su un vigneto chiesto a contributo nelle precedenti campagne e non ancora terminato. I predetti vigneti potranno richiedere il contributo per l'impianto di irrigazione non appena il vigneto sarà terminato e iscritto nello schedario viticolo aziendale, già in questo bando se l'iscrizione in schedario avviene prima della scadenza dei termini delle domande o l'anno successivo.
d. eliminate le penalità connesse ai viticoltori che decidono di rinunciare al contributo fino alla scadenza dei termini previsti per presentare le domande di pagamento a saldo o anticipo.

Presentazione domande

Le domande devono essere presentate sulla piattaforma Siag di AGREA (Agenzia regionale erogazioni in agricoltura) entro le ore 13 del prossimo 15 luglio 2020

Beneficiari

Imprenditori agricoli singoli o associati.

Fondi

15.651.559,78 euro (sono subordinate all'approvazione da parte dell'Unione Europea della disponibilità finanziaria per l'annualità 2021 o del quadro finanziario pluriennale).

Scadenza termine presentazione domande

15 luglio 2020 ore 13.


Info

Marco Zilibotti tel. 051 5274507

Agnese Marchi tel. 051 5278114

agriviti@regione.emilia-romagna.it

Responsabile del procedimento: Marco Zilibotti

Materia: Agricoltura e sviluppo delle aree rurali

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/04/08 14:00:00 GMT+2 ultima modifica 2020-04-08T14:05:51+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?