Fauna e caccia

Corvidi

Piano di controllo quinquennale valido sino al 31 dicembre 2027.

La Regione ha approvato un Piano di controllo per le specie cornacchia grigia (Corvus corone cornis), gazza (Pica pica) e ghiandaia (Garrulus glandarius) sul territorio emiliano-romagnolo.    

             

cornacchia grigia.jpg      Gazza.jpg        Ghiandaia.jpg

I corvidi hanno acquisito nel tempo una importante rilevanza quanto a impatto economico sulle produzioni agricole principalmente in forza del loro incremento numerico e della espansione verso le aree pianeggianti.

Il presente piano di controllo ha quindi l’obiettivo di ridurre i danni alle produzioni agricole, intervenendo in particolare sulle produzioni sensibili, con riferimento a frutteti, colture orticole e specializzate, in relazione alle diverse fasi fenologiche. Tali fasi si identificano in linea di massima con i periodi di semina/piantumazione e nella fase dalla post fioritura al raccolto.

Il piano di controllo è anche, in via subordinata,finalizzato a limitare la predazione sulle nidiate di alcune specie di fauna stanziale, allo scopo di tutelare e salvaguardare le naturali capacità riproduttive della fauna ornitica di interesse conservazionistico e venatorio sul territorio regionale.

 

Applicabilità delle misure del Piano

Il Piano è valido fino al 31 dicembre 2027 e si applica sull’intero territorio regionale, ad esclusione delle Aree Protette Nazionali e Regionali e delle aree ad esse contigue, i cui Enti Gestori provvedono autonomamente al controllo della fauna.

Il Piano di controllo dei corvidi è consultabile al link seguente:

Piano di controllo quinquennale dei corvidi

Azioni sul documento

ultima modifica 2024-02-09T15:52:38+01:00
Questa pagina ti è stata utile?

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?