Fauna, caccia, tartufi

Attività di pianificazione

La pianificazione faunistico-venatoria regionale garantisce omogeneità alle attività svolte dai soggetti pubblici e privati a vario titolo interessati dalla gestione della fauna selvatica.

Dal 1° gennaio 2016 la gestione della fauna selvatica, ivi compresa la pianificazione faunistica, è di esclusiva competenza della Regione pertanto i piani faunistico- venatori provinciali, attualmente in vigore, verranno sostituiti da un unico piano regionale in corso di predisposizione.

Gli strumenti di pianificazione regionale saranno pertanto due:

  • la Carta delle vocazioni faunistiche, strumento tecnico di programmazione “a territorio vasto”, che fornisce dati di consistenza potenziale a livello regionale, distribuzione, presenza e linee guida di gestione per singole specie o gruppi di specie, elenchi ragionati di tutte le specie di mammiferi e di uccelli presenti definendo un quadro aggiornato dello status dei vertebrati omeotermi in Emilia-Romagna. La Carta delle Vocazioni faunistiche, attualmente in vigore, è stata approvata nel 1998 ed aggiornata periodicamente dall’Assemblea Legislativa.

Carta regionale delle vocazioni faunistiche (approvata dal Consiglio regionale con deliberazione n. 1036 del 23 novembre 1998 e succ. modif.)

 

Piano faunistico venatorio regionale (pdf24.56 MB)

Rapporto ambientale (pdf2.41 MB)

Studio di incidenza (pdf625.54 KB)

Sintesi non tecnica (pdf609.05 KB)

Dichiarazione di sintesi e controdeduzioni alle osservazioni pervenute (pdf719.11 KB)

 

Oltre a questi strumenti, son in vigore i piani, i programmi e i regolamenti di gestione faunistica delle aree protette.

 

A chi rivolgersi

Servizio attività faunistico-venatorie e pesca

Maria Luisa Zanni tel. 051 5274850

Per approfondire

Norme e atti

Pubblicazioni

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/08/13 10:47:00 GMT+1 ultima modifica 2020-04-02T11:42:44+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?