Avversità e difesa delle piante

Mal del piombo

(Chondrostereum purpureum)

Il mal del piombo causato dal fungo basidiomicete Chondrostereum purpureum, pur essendo una malattia nota da tempo ed ubiquitaria, ha mantenuto fino ad ora un’importanza trascurabile in agricoltura poiché l'utilizzo di nuovi portinnesti e di varietà tolleranti hanno limitato la sua diffusione. A partire dal 2010 la malattia è ricomparsa in Emilia-Romagna, in alcune aziende in provincia di Forlì-Cesena, Modena, Ravenna e Ferrara. Sintomi di argentatura fogliare e deperimenti sono infatti stati osservati sulle nuove cv. di albicocco Faralia, Farbaly, Farclò, Farhial, Priabel, Medaga (marchio Carmingo), Kioto, Perla, Silvercot, Honeycot, Pinkcot, Wondercot, Carmen Top, Orange Rubis, Lunafull, Aurora e, più sporadicamente, anche su alcune varietà di pesco e di susino di recente introduzione.

Pianta di albicocco colpita da mal del piombo (jpg613.81 KB) Sintomo su branca (jpg390.88 KB) Infezione in corrispondenza di un taglio da potatura (jpg400.25 KB) Necrosi sotto il punto d’innesto (jpg505.68 KB)

 

Anche l'albicocco ha il mal del piombo (pdf286.1 KB)
Agricoltura - maggio 2012

.

A chi rivolgersi

Carla Montuschi, fax 051 370285

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/03/14 10:10:00 GMT+1 ultima modifica 2019-04-26T19:51:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?