Programma di sviluppo rurale 2014-2020

Le zone svantaggiate

Cosa fa la Regione

Parte del territorio regionale, a causa di vincoli naturali o di altri vincoli specifici, ricade nelle zone svantaggiate, definite dalla Direttiva 75/268/CEE.

Nel 2020 è stato concluso il processo di revisione delle zone svantaggiate, che ha riguardato esclusivamente la quota di territorio regionale non ricadente nelle zone montane e nelle zone soggette a vincoli specifici: queste non sono state infatti oggetto di revisione e sono pertanto rimaste invariate.

Le zone svantaggiate sono classificate come segue:

  • Zone montane (art. 32, par. 1, lettera a) del Reg. (UE) 1305/13)
  • Zone soggette a vincoli naturali significativi, diverse dalle zone montane (art. 32, par. 1, lettera b) del Reg. (UE) 1305/13. Includono le cd “zone svantaggiate collinari”)
  • Altre zone soggette a vincoli specifici (art. 32, par. 1, lettera c) del Reg. (UE) 1305/13)

Per maggiori informazioni sulle delimitazioni delle zone in vigore da giugno 2020, si può consultare:

  1. a) l’elenco dei comuni (pdf460.89 KB) ricadenti nelle diverse zone;
  2. b) l’allegato al Psr (pdf8.74 MB) (Revisione delle zone soggette a vincoli naturali significativi diverse dalle zone montane), che riporta la metodologia adottata per la revisione e le variazioni rispetto alla precedente delimitazione intercorse a livello comunale

Per maggiori informazioni circa le delimitazioni delle zone precedenti a giugno 2020, consultare l'elenco dei comuni. (pdf240.84 KB)

Azioni sul documento

pubblicato il 2016/07/13 10:45:00 GMT+1 ultima modifica 2020-12-01T16:45:47+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?