Avversità e difesa delle piante

Il Sistema di previsione e avvertimento in Emilia-Romagna

Il Sistema di previsione e avvertimento per le avversità delle piante è un servizio che è stato attivato in Emilia-Romagna per le aziende agricole in produzione integrata e biologica con lo scopo di fornire indicazioni sui momenti più opportuni per eseguire i trattamenti di difesa.

Il Sistema punta ad ottimizzare e semplificare l'attività dei tecnici, mirando e riducendo gli interventi fitosanitari nelle fasi in cui i parassiti sono più vulnerabili, a vantaggio dell'ambiente e della salubrità del prodotto agricolo. Per fare questo, il Sistema utilizza modelli previsionali che, attraverso l'elaborazione di dati meteorologici, sono in grado di simulare lo sviluppo di alcuni insetti fitofagi e malattie infettive. I modelli vengono aggiornati e periodicamente validati attraverso una rete di monitoraggio dei parassiti presenti sul territorio.

Per dare vita a questo Sistema di previsione e avvertimento la Regione Emilia-Romagna ha investito consistenti risorse e ha coinvolto oltre a proprie strutture (Servizio fitosanitario, Servizio Sviluppo del Sistema agroalimentare, Servizio meteorologico), le Università di Bologna e Piacenza, il Centro Ricerche Produzioni Vegetali (C.R.P.V.), il Centro Ricerche Produzioni Animali (C.R.P.A.), la Centrale Ortofrutticola di Cesena, le Amministrazioni Provinciali, i coordinatori e i tecnici dei programmi di assistenza tecnica, i Consorzi fitosanitari provinciali.

Grazie a questo Sistema è stato possibile aumentare il numero delle aziende servite dai programmi regionali di assistenza tecnica per la produzione integrata e biologica, senza incrementare eccessivamente il numero dei tecnici impegnati.

Dal dato meteorologico al consiglio di difesa

I principali elementi che compongono il Sistema di previsione ed avvertimento sono:

  • Il dato meteorologico
    Il Servizio Idro-Meteo-Clima di ARPA ER (Agenzia regionale per la prevenzione e l'ambiente dell'Emilia-Romagna) mette a disposizione i dati meteorologici, sia osservati che previsti, presenti nella Banca dati denominata Meteo-Gias. I dati del sistema Meteo–Gias non sono misurati ma costituiscono una stima della distribuzione dei valori registrati nelle stazioni meteorologiche presenti sul territorio regionale. In questo modo è possibile ottenere i principali parametri meteorologici distribuiti su una griglia regolare di 486 quadranti che copre tutte le zone di interesse agricolo della regione, con passo di griglia di 5 Km. Il dato meteorologico è rappresentativo dell’intero quadrante di riferimento (25 Km²).
  • Il sistema informativo
    I dati meteorologici orari vengono acquisiti giornalmente dal sistema informativo denominato FitoSPA, che è stato realizzato, con il contributo della Regione Emilia-Romagna, dal Centro CRPA. Tale sistema provvede al controllo dei dati meteorologici e all'elaborazione, per l'intero territorio regionale, di buona parte dei modelli previsionali disponibili (Tab. 1). Le elaborazioni sono automatizzate; FitoSPA lavora di notte e produce quotidianamente l’output aggiornato dei modelli (9720 elaborazioni), fornisce inoltre diversi servizi funzionali al controllo e alla validazione degli output dei modelli; provvede, infine, alla pubblicazione automatica sulla rete Internet (Fig. 1) degli output grafici dei modelli e di mappe tematiche, allo scopo, queste ultime, di facilitare l’interpretazione dei trend spaziali dello sviluppo dei parassiti (Fig. 2 e Fig. 3). FitoSPA costituisce la naturale evoluzione del vecchio sistema FeCP-DSS, realizzato alla fine degli anni '90 dall'Amministrazione di Ferrara con la collaborazione scientifica del Servizio fitosanitario della Regione Emilia-Romagna e dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza. Attualmente FeCP-DSS viene ancora utilizzato per i modelli in corso di implementazione nel nuovo sistema. Il valore aggiunto del sistema da poco introdotto può essere così sintetizzato:
    • numero di elaborazioni enormemente superiore (9720 contro 200)
    • aggiornamenti automatici quotidiani
    • produzione di mappe dell'evoluzione dei parassiti che superano il concetto delle elaborazioni puntiformi (Fig. 2)
    • accesso immediato ai dati storici degli output dei modelli
    • consultazione in autonomia da parte degli utenti accreditati
  • I modelli previsionali
    Sono algoritmi matematici in grado di simulare lo sviluppo dei parassiti a partire dai parametri climatici. In tabella 1 sono elencati i modelli matematici inseriti nel sistema di previsione e avvertimento dell’Emilia-Romagna.
  • Le strutture redazionali
    La corretta applicazione dei modelli previsionali è garantita in tutte le province da strutture redazionali, coordinate dal Servizio fitosanitario regionale, e composte da tecnici specialisti dei modelli previsionali che provvedono a:
    • controllare le elaborazioni fornite da FitoSPA
    • valutare i risultati dei modelli sulla base della conoscenza del territorio di propria competenza e delle informazioni acquisite tramite osservazioni e rilievi di campo
    • validare le elaborazioni ritenute adeguate
    • utilizzare, nell'ambito delle riunioni provinciali di coordinamento, gli output dei modelli per la definizione dei bollettini settimanali di produzione integrata e biologica. I bollettini vengono messi a disposizione delle aziende agricole attraverso Internet, periodici locali o quotidiani, locandine affisse nelle bacheche comunali ecc.
    • corredare i modelli che verranno pubblicati in Internet con commenti e informazioni ritenute utili per l’utente finale (tecnici ed agricoltori).

Fig. 1. Sistema informativo FitoSPA – Homepage della pubblicazione internet dei modelli previsionali del Servizio di previsione ed avvertimento delle avversità dell’Emilia-Romagna

Figura 1

 

Fig. 2. Sistema informativo FitoSPA –Mappa regionale dello sviluppo delle larve di Tignoletta della vite (modello MRV – Lobesia)

Figura 2

 

Fig. 3. Sistema informativo FitoSPA –Mappa regionale dell’indice di rischio infettivo per Maculatura bruna del pero (modello BPS Cast)

Figura 3

Tab. 1. I modelli previsionali utilizzati in Emilia-Romagna

Coltura

Avversità

Nome del modello

Autori

pomacee

 

 

 

Carpocapsa (Cydia pomonella)

MRV-Carpocapsa

S.F.R. Emilia-Romagna

Pandemis (Pandemis cerasana)

MRV-Pandemis

S.F.R. Emilia-Romagna

Eulia (Argyrotaenia pulchellana)

MRV-Eulia

S.F.R. Emilia-Romagna

Colpo di fuoco (Erwinia amylovora)

Cougar blight

W.S.U. (USA)

melo

Ticchiolatura (Venturia inaequalis)

A-Scab

U.C.S.C. Piacenza

pero

 

Psilla (Cacopsylla pyri)

Psilla

Agroscope RAC Changins

Maculatura bruna (Stemphylium vesicarium)

BSP Cast

Università di Girona

pesco

 

 

Cidia del pesco (Cydia molesta)

MRV-Cidia molesta

S.F.R. Emilia-Romagna

Anarsia (Anarsia lineatella)

MRV-Anarsia

U.C.S.C. Piacenza

S.F.R. Emilia-Romagna

Tripidi del pesco

THRI-DS

Università della Tuscia

susino

Cidia del susino (Cydia funebrana)

MRV-Cidia funebrana

S.F.R. Emilia-Romagna

vite

 

Tignoletta (Lobesia botrana)

MRV-Lobesia

S.F.R. Emilia-Romagna

Peronospora (Plasmopara viticola)

 

DOWGRAPRI

IPI

U.C.S.C. Piacenza

S.F.R. Emilia-Romagna

Oidio (Uncinula necator)

POWGRAPRI

U.C.S.C. Piacenza

cereali

 

Ruggine bruna (Puccinia recondita)

RUSTPRI

U.C.S.C. Piacenza

Ruggine gialla (Puccinia striiformis)

YELDEP

U.C.S.C. Piacenza

Oidio (Blumeria graminis f. sp. tritici)

POWPRI

U.C.S.C. Piacenza

Septoriosi (Stagonospora nodorum; Septoria tritici)

SEPTORIA

U.C.S.C. Piacenza

Fusarium (Fusarium spp.)

FHB-Wheat

U.C.S.C. Piacenza

barbabietola

Cercospora (Cercospora beticola)

CERCOPRI/CERCODEP

U.C.S.C. Piacenza

patata

Peronospora (Phytophtora infestans)

IPI + MISP

S.F.R. Emilia-Romagna Agroscope

pomodoro

Peronospora (Phytophtora infestans)

IPI + MISP / IPI

S.F.R. Emilia-Romagna Agroscope

cipolla

Peronospora (Peronospora destructor)

ONIMIL

U.C.S.C. Piacenza

 

Tab. 2. Flusso delle informazioni: dal dato meteorologico al consiglio di difesa

Tabella 2

Azioni sul documento
Pubblicato il 12/12/2012 — ultima modifica 14/12/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it