Progetti per l'innovazione

Sviluppo di supporti e servizi nel settore post-raccolta frutta (S4Post.Frut)

Aumentare la competitività della filiera frutta attraverso lo sviluppo di un servizio di consulenza, il miglioramento della qualità sensoriale di alcune categorie di frutta e la messa a punto di nuove strategie di protezione post-raccolta

Obiettivi

S4PostFrut - Marciume mele - Fonte Relazione tecnica SIAG.jpgLe attuali conoscenze sulle caratteristiche chimico-fisiche e sensoriali delle nuove varietà frutticole non sono tali da assicurare qualità costante nel tempo e grado di maturazione ottimale per le diverse destinazioni d’uso quali la commercializzazione immediata o la conservazione a breve o lungo termine. Inoltre, in Italia sono pochissime le strutture pubbliche e pubblico-private che offrono sevizi di consulenza e assistenza tecnica alle imprese.

Pertanto, l’obiettivo del Piano d’innovazione proposto è duplice:
• creare un servizio di consulenza per supportare le centrali di condizionamento operanti in regione, fornendo informazioni sulle più importanti innovazioni del settore qualità e post-raccolta frutta;
• affrontare le tematiche prioritarie del miglioramento della qualità sensoriale al consumo di alcune categorie di frutta e della messa a punto di nuove strategie di protezione post-raccolta contro le gravi patologie del marciume lenticellare delle mele, la botrite dell’actinidia e il riscaldo superficiale delle pere Abate Fetel.

L’attività progettuale del Piano si articola nelle seguenti azioni:
• realizzare un sito web dedicato, capace di supportare tecnici e operatori rispetto a soluzioni avanzate post-raccolta;
• effettuare indagini sui fattori ambientali, agronomici e di gestione del frutteto, ed evidenziare quelli correlati al riscaldo superficiale delle pere Abate;
• migliorare la qualità delle partite di kiwi Hayward dopo frigo-conservazione attraverso un miglioramento del profilo calcico del frutto;
• definire le condizioni ottimali per eseguire la termoterapia e i trattamenti a base di microrganismi antagonisti;
• applicare lo strumento del DA-meter per differenziare le diverse partite di frutta e deciderne i mercati di destinazione.

Stato del progetto: in corso

Partenariato

• CRPV - Centro Ricerche Produzioni Vegetali (Capofila)
• Alma Mater Studiorum - Università di Bologna (Partner effettivo)
• Apofruit Italia (Partner effettivo)
• Astra Innovazione e Sviluppo (Partner effettivo)
• Dinamica (Partner effettivo)
• Gran Frutta Zani (Partner effettivo)
• Naturitalia (Partner effettivo)
• Orogel Fresco (Partner effettivo)
• Società Cooperativa Alimos (Partner effettivo)

Link e documenti utili

Scheda progetto Innovarurale

European Commission EIP-AGRI

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?