Programma di sviluppo rurale 2014-2020

GAL Valli Marecchia e Conca operazione 19.2.02.09 Valorizzazione dei centri e nuclei storici “Tolgo, metto, dipingo”.

Stato
Aperto
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Chi può fare domanda
  • Enti pubblici
Data di pubblicazione 30/06/2021
Scadenza termini partecipazione 13/12/2021 13:00
Chiusura procedimento 13/05/2022

Tipo di operazione:19.2.02.09 Valorizzazione dei centri e nuclei storici “Tolgo, metto, dipingo”

Focus area: P6B: Stimolare lo sviluppo locale nelle zone rurali

Approvazione: Delibera del C.d.A. del 6 novembre 2020

Beneficiari:

Possono beneficiare degli aiuti gli Enti Pubblici che abbiano la titolarità ad intervenire nelle aree oggetto di intervento previste dal bando. I beneficiari, che risulteranno assegnatari del contributo, assumeranno le funzioni di soggetti attuatori, in qualità di amministrazioni procedenti che, riguardo agli interventi selezionati, hanno la titolarità dei poteri, funzioni e compiti sulle attività amministrative inerenti lo studio, la progettazione, l’esecuzione ed il collaudo/certificazione dei lavori e delle relative procedure di affidamento.

Tempistica raccolta domande: dal 30 giugno 2021 al 13 dicembre 2021 – ore 13:00 

Risorse: € 300.000,00

Sostegno:

La spesa ammissibile va da un limite minimo di euro 30.000 ad un massimo di euro 75.000.
Il sostegno, in forma di contributo in conto capitale, sarà pari al 100%

Spese ammissibili:

• Consulenze per studi e ricerche (studio preliminare specifico) nel limite massimo del 5% dell’importo ammissibile complessivo del progetto (ad eccezione di studi di fattibilità e spese tecniche che sono ricomprese nelle spese generali);
• Interventi di tinteggiatura;
• Interventi di restauro di paramenti in pietra e laterizio;
• Rimozione di elementi incongrui;
• Rimozione di tutte le suppellettili incoerenti ed estranee (come impianti elettrici, grappe, dissuasori per volatili obsoleti, ganci, chiodi, aste etc.) e di tutte le stuccature e ricostruzioni in cemento;
• Trattamento degli elementi in metallo;
• Trattamento e rimozione di piante;
• Preconsolidamento – consolidamento superficiale;
• Rimozione di efflorescenze saline cere e graffiti vandalici;
• Pulitura meccanica o con acqua;
• Rimozioni/integrazioni valutando preliminarmente la situazione specifica e le modalità d’intervento (o di non-intervento) più adeguate, finalizzate a un’azione che non risulti invasiva. Dopo aver rimosso le eventuali porzioni compromesse, questi potranno essere integrati mediante ricostruzioni;
• Stuccature;
• Fondo della facciata, da utilizzarsi su tutte le fronti pubbliche e private, privilegiando per le nuove coloriture di edifici in muratura, le tinte a base di calce e/o minerali inoltre l’edifico dovrà essere tinteggiato in modo uniforme e per tutta l’estensione della fronte anche se appartiene a proprietari diversi, sono vietate le coloriture parziali;
• Rilievi, zoccolature, smalti (da utilizzarsi per gli elementi in ferro e legno presenti sulle facciate: ringhiere, inferriate, infissi ecc.);
• Interventi di manutenzione straordinaria su spazi pertinenziali ai fabbricati oggetto d’intervento;
• Acquisto e messa a dimora di piante perenni autoctone;
• Azioni finalizzate alla conoscenza e alla fruizione pubblica del sito, tramite interventi volti al miglioramento della segnalazione della rete di accesso esterna (nel limite di 300 metri lineari) ed interna mediante cartelli informativi e didattici posti all’interno del perimetro dell’intervento con esclusione della segnaletica stradale, ivi compresa la cartellonistica informativa e obbligatoria prevista dal presente bando;
• Spese generali nel limite massimo del 10% delle spese ammissibili (compresa la progettazione) escluse le spese di consulenza per studi e ricerche, come riportate al primo punto dell’elenco.
L’IVA è considerata spesa ammissibile qualora non recuperabile dal beneficiario, solo se realmente e definitivamente sostenuta dal beneficiario finale. L’IVA che sia comunque recuperabile non può essere considerata ammissibile, anche nel caso in cui non venga affettivamente recuperata dal beneficiario finale.


Modalità presentazione domande di sostegno:


      Referente Tecnico/Amministrativo

      Leonardo Mariani

      Responsabile del Procedimento

      Cinzia Dori

      Link di riferimento bando

      Finanziato con fondi europei: FEASR

      Azioni sul documento

      pubblicato il 2021/06/30 13:05:00 GMT+1 ultima modifica 2021-10-13T17:11:58+01:00

      Valuta il sito

      Non hai trovato quello che cerchi ?