AgriTurismo e AgriCultura

I Musei del Gusto

I prodotti raccontati in questi musei fanno parte dei tesori enogastronomici dell'Emilia-Romagna: un patrimonio regionale di prodotti di qualità, come le 44 Dop e Igp e i quasi 400 prodotti tradizionali

Musei del gustoIn Emilia-Romagna vi sono fattori fisici, organizzativi ed economici legati alla buona tavola che hanno creato i presupposti per far nascere un nuovo tipo di museo legato al cibo. Il museo, concepito come luogo dinamico e in grado di animare il territorio, è un connubio perfetto tra tradizione e innovazione, una nuova forma di turismo che vuole scoprire la cultura locale attraverso i suoi prodotti enogastronomici.

Ed è per questo che nuovi Musei del gusto (ad oggi sono ben 26) vengono inaugurati ogni anno (tre solo negli ultimi due anni) e anche aziende agroalimentari hanno deciso di investire in questo nuovo modo di promuoversi, legato al racconto e all'emozione. 

Dalla visita di questi musei esce l'immagine di un patrimonio enogastronomico capillarmente diffuso nel territorio, che rispecchia e testimonia la straordinaria ricchezza culinaria dell'Emilia-Romagna.

A chi rivolgersi

Luciana Finessi, tel. 051 5274690

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/05/20 10:08:00 GMT+2 ultima modifica 2021-09-16T13:41:38+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?